Impostazioni di Permalink di WordPress e struttura URL personalizzata

wordpress-permalink-structure.png


I permalink sono uno di quei termini che molti blogger usano quotidianamente, ma non molti di loro li capiscono completamente. Sono molto importanti e anche prima di creare un sito Web in WordPress, dovresti pensare alla migliore struttura per il tuo sito. Ma prima di poterli personalizzare correttamente, dovresti sapere cosa sono i permalink e come influenzano un blog.

Quei tipi di URL che portano a post, pagine, categorie, tag, immagini e altri contenuti sul tuo sito sono unici per ogni sito Web e pagina su di esso. Poiché dovrebbero essere infiniti e mai modificati, vengono chiamati permalink (abbreviazione di collegamenti permanenti).

Immagina i permalink come indirizzi diretti al contenuto che può essere trovato su un sito. Se riesci a immaginare un sito Web come una città, ogni categoria di contenuto sarebbe una strada, mentre ogni singolo permalink fungerebbe da indirizzo con il suo numero univoco.

Perché dovresti cambiare la struttura del permalink

Dal momento in cui installi WordPress, i permalink saranno impostati e attivi. Ogni nuovo post che pubblichi riceverà un link univoco e tutto funzionerà senza problemi. Quindi, una domanda comune tra i principianti è perché anche considerare di cambiare la struttura del permalink in primo luogo.

Mentre in molti casi dovresti seguire la filosofia del “non aggiustarlo se non è rotto”, questo non è uno di quei momenti. La struttura di permalink predefinita in WordPress sembra brutta e può causare problemi sia ai visitatori che ai motori di ricerca. Di default, WordPress usa una semplice struttura permalink che assomiglia a questa: http://example.com/?p=123.

Molti blogger utilizzano la struttura della data di cui semplicemente non hanno bisogno. Ad esempio, mentre i timestamp possono aiutare i siti che dipendono da articoli di notizie, possono danneggiare altri tipi di siti Web. Cerca solo di immaginarti in una situazione in cui ti imbatti in un articolo che rimanda a qualche anno fa. Anche se il post non fosse sensibile al tempo, supponeresti immediatamente che era obsoleto e non vale la pena leggerlo, vero??

Quindi, per aiutare tutti gli utenti e anche per aiutare i motori di ricerca a indicizzare le tue pagine in modo appropriato, è importante cambiare la struttura di permalink predefinita in qualcosa di più visivamente accattivante sia per l’uomo che per le macchine.

Qual è il migliore che dovresti usare?

Sebbene non esista una risposta corretta a questa domanda, Internet è piena di dibattiti su strutture perfette di permalink. Ti consigliamo di provare a evitare la struttura di permalink predefinita (normale) che utilizza solo gli ID pagina. Questo è considerato più difficile da indicizzare correttamente e non è affatto facile da usare.

Ma qualsiasi altra struttura di permalink può o meno essere adatta al tuo sito. Tutto dipende da cosa stai scrivendo. Se tendi a scrivere dozzine di articoli al giorno, è naturale che tu includa ora e data nei tuoi permalink. D’altra parte, se hai alcuni autori famosi che devi distinguere, nessuno può dirti di non aggiungere la lumaca dell’autore nella struttura del permalink. Quindi, come puoi vedere da questi esempi, tutto dipende dal blog che stai creando.

Ad ogni modo, la maggior parte dei siti Web WordPress utilizza la struttura “Post Name” o una struttura personalizzata simile. Avendo i nomi dei post nel permalink, hai la possibilità di includere la parola chiave direttamente nell’indirizzo del tuo articolo. Ciò potrebbe aiutare i motori di ricerca a classificare meglio il tuo articolo. Anche i plugin SEO più popolari per WordPress ti avviseranno se la parola chiave focus non è nel permalink. Dal punto di vista dell’utente, non pensi che sia meglio avere il titolo del post nel link piuttosto che avere un ID o una data?

Come cambiare la struttura del permalink

Quando decidi che è il momento di cambiare la struttura del permalink del blog, vai a Impostazioni -> Permalink.

Nella pagina delle impostazioni dei permalink, puoi vedere sei opzioni disponibili per modificare gli URL sul tuo sito:

  • pianura – inserire l’ID in un formato non user-friendly
  • Giorno e nome – formato anno / mese / data seguito dal nome del post
  • Mese e nome – formato anno / mese seguito dal nome del post
  • Numerico – inserisci il numero ID
  • Nome post – nome disinfettato del post
  • costume – ti permette di costruire una struttura personalizzata con dieci tag disponibili

Permalink impostazioni comuni

Per cambiare la struttura, basta selezionare l’opzione che ti piace e salvare le modifiche. Bene, questo è almeno vero per le prime cinque opzioni, mentre quella personalizzata richiede un po ‘più di azione da parte tua.

Come utilizzare una struttura personalizzata

Quando si utilizza una struttura di permalink personalizzata, WordPress consente di utilizzare dieci tag diversi che descrivono i collegamenti:

  • %anno% – anno della posta
  • % Monthnum% – mese dell’anno
  • %giorno% – giorno del mese
  • %ora% – ora del giorno
  • % Minute% – minuto dell’ora
  • %secondo% – secondo del minuto
  • % Post_id% – il numero ID univoco della posta
  • % Postname% – versione sanificata del titolo del post (campo post lumaca)
  • %categoria% – versione disinfettata del nome della categoria (campo categoria slug)
  • %autore% – versione sanificata del nome dell’autore

Sentiti libero di usare qualsiasi combinazione di tag che ti piace. Per impostazione predefinita, nel permalink personalizzato viene visualizzato solo il nome del post, quindi diventa lo stesso della struttura “Nome post” che puoi già selezionare dall’elenco.

Ad esempio, se fai molto affidamento sulle categorie, puoi modificare la struttura dei permalink in modo che contenga tag sia di categoria che di post:

http://example.com/wordpress/%category%/%postname%/

Durante la creazione di una struttura personalizzata, non dimenticare di aggiungere un segno di barra “/” dopo ogni tag.

Mantieni la stessa struttura

Poiché i permalink interessano l’intero sito, è importante mantenerli sempre uguali. Sarebbe meglio se decidessi sulla struttura del permalink anche prima di pubblicare il tuo primo post. Nel caso in cui lo cambi in futuro, quando potresti avere dozzine o centinaia di post pubblicati, la modifica della struttura del permalink potrebbe causare la perdita di traffico. I motori di ricerca avranno già indicizzato i vecchi permalink e gli utenti potrebbero averli aggiunti ai preferiti nella loro forma originale.

Se hai ancora bisogno di cambiare la struttura, non preoccuparti. Può essere fatto, ma avrai bisogno di un plug-in di reindirizzamento che correggerà tutto e indirizzerà i motori di ricerca e gli utenti al nuovo link quando necessario.

Categoria e tag base

Categorie e tag hanno pagine di archivio. Ad esempio, se si dispone di una categoria “torte” e si desidera elencare tutti gli articoli che rientrano in quella categoria specifica, è necessario accedere a http://www.yoursite.com/category/cakes.

Come visto nell’esempio, il permalink contiene la base di “categoria”. Nella parte inferiore della pagina delle impostazioni dei permalink, puoi trovare le opzioni per cambiare quella base in qualsiasi altra cosa ti piaccia.

Categoria e tag base

Ad esempio, se stai creando un blog dedicato alla cucina, potresti avere categorie solo per le tue ricette. Quindi, invece di nominarla “categoria”, sarebbe più ragionevole cambiare la base in “ricette”. Se hai modificato l’opzione, il tuo nuovo permalink sarebbe simile al seguente: http://www.yoursite.com/recipes/cakes.

Lo stesso vale per i tag. Invece di http://www.yoursite.com/tag/chocolate, potresti voler cambiare la base in, diciamo, “ingredienti” se avessi solo ingredienti come tag. Quindi la nuova struttura del permalink sarebbe simile a questa: http://www.yoursite.com/ingredients/chocolate.

Pensieri finali

Poiché definiscono l’intero tessuto del blog, i permalink sono la parte essenziale del tuo sito. Per questo motivo, non dovresti ignorarli. Prima di iniziare a personalizzare il sito e scrivere articoli, è fondamentale pensare ai permalink e personalizzare la loro struttura in base alle esigenze del tuo sito Web. Fidati di noi; è un’opzione molto migliore per farlo ora piuttosto che lottare con i reindirizzamenti una volta che ti rendi conto che la semplice struttura non è abbastanza buona.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map