Come aggiungere Google Analytics a un sito Web WordPress

Come aggiungere Google Analytics a un sito Web WordPress


Che si tratti di un blog, di un semplice sito Web personale o di un portfolio aziendale che stai creando con WordPress, lo stai facendo per un motivo. Vuoi che le persone siano in grado di accedere al contenuto che hai presentato online. Senza il pubblico, il tuo progetto web non ha il suo scopo. Quindi, in un modo o nell’altro, devi iniziare a capire le persone che visitano il tuo dominio.

Chi sono le persone che hanno aperto il tuo sito? Quanti di loro visitano il tuo sito in un mese? Tornano e per quanto tempo mantengono aperto il tuo sito? Hanno avuto origine da un motore di ricerca, un sito di social network o forse hanno inserito manualmente l’indirizzo? Queste sono solo alcune delle domande importanti che ogni proprietario del sito Web dovrebbe porsi regolarmente.

Fare le domande è la parte facile; ma come rispondi loro?

Che cos’è Google Analytics?

Puoi rispondere alle domande precedenti con un servizio Google gratuito. Google Analytics è molto potente (questo è ancora un eufemismo) analisi web online strumento in grado di tenere traccia del comportamento di un sito Web e di tutti i visitatori che ne fanno parte. Sebbene non sia l’unico nel suo genere, Google Analytics è sicuramente uno degli strumenti di analisi più popolari per il lavoro. Le persone lo usano in tutto il mondo per ottenere statistiche su siti che vanno da semplici blog a portali aziendali che generano milioni di utenti mensili.

Il servizio è stato introdotto nel 2005. Offre innumerevoli strumenti di reporting; dalla visualizzazione di visitatori, posizioni e tecnologia in tempo reale ai dati di e-commerce in grado di tenere traccia del numero di vendite.

Come funziona?

Google Analytics richiede a tutti di aprire un account gratuito che ottiene un codice ID di monitoraggio univoco. Dopo aver inserito il codice su un sito, Google Analytics viene eseguito ogni volta che un visitatore carica una delle pagine associate.

Questo codice di monitoraggio viene quindi eseguito nei browser dei clienti e tiene traccia del comportamento. Sebbene ciò non fosse possibile alcuni anni fa, i dati vengono generalmente inviati in tempo reale al servizio che interpreta rapidamente tutti i segnali. Ti consente di vedere immediatamente quanti utenti stanno caricando il tuo sito e tutti i dettagli sulla loro visita.

Lettura consigliata: la Guida per principianti a Google Analytics

Come aggiungere Google Analytics al tuo sito

Prima di inserire il codice di monitoraggio sul tuo sito, dovrai creare un account Google Analytics:

  1. Navigare verso statistiche di Google
  2. Accedi con il tuo account Gmail
  3. Fai clic sul pulsante “Iscriviti”
  4. Scegli l’opzione “sito web”
  5. Inserisci le informazioni come il nome del tuo account, il nome del sito Web, l’URL, il Paese e il fuso orario
  6. Accetta i termini e le condizioni

Dopo aver completato i passaggi, l’account dovrebbe essere pronto e ora puoi iniziare a collegarlo al tuo sito Web. Proprio come con qualsiasi cosa in WordPress, puoi svolgere il lavoro in diversi modi. In questo articolo, ti mostreremo due diverse tecniche per aggiungere Google Analytics al tuo sito WordPress.

1. Usa i plugin di WordPress per aggiungere Google Analytics

Se desideri solo informazioni di tracciamento di base tramite Google Analytics, i metodi manuali vanno bene. Ma se vuoi essere in grado di tracciare le statistiche su base giornaliera, il plugin potrebbe essere una scelta migliore. Esistono diversi plugin WordPress dedicati al servizio di monitoraggio di Google. Ti aiuteranno a connetterti al sito senza alterare il codice e forniranno anche alcune funzionalità extra che probabilmente ti piaceranno.

Utilizzando un plug-in, puoi avere Google Analytics nella dashboard di WordPress. Quindi, invece di aprire sempre le pagine dei servizi ufficiali, puoi vedere le statistiche più rilevanti direttamente dalla tua pagina di amministrazione di WordPress.

Google Analytics Dashboard per WP (GADWP)

PREZZO: gratuito

Con oltre un milione di utenti attivi, questo è il plugin WordPress più popolare in grado di connettere il tuo sito al popolare strumento di monitoraggio di Google. I numeri non sorprendono quando ti rendi conto che lo è elencato come partner ufficiale di Google Analytics.

Ti consentirà di aggiungere il codice ID di monitoraggio di cui abbiamo parlato e installerà anche un modulo cruscotto in modo da poter tenere traccia delle statistiche direttamente dal sito.

GADWP va oltre il semplice collegamento del servizio. Grazie alle sue funzionalità avanzate, puoi farlo analizzare il sito attraverso altre raccolte di dati di alto livello. Ciò significa che puoi vedere eventi e segmenti direttamente dalla dashboard.

Ora vediamo come installare il plug-in e stabilire la connessione al servizio:

  1. Vai a Plugin -> Aggiungi nuovo
  2. Cerca “Google Analytics Dashboard per WP”
  3. Installa e attiva il plugin
  4. Sul lato sinistro, trova la voce di menu di Google Analytics e apri le Impostazioni generali
  5. Fai clic sul pulsante “Autorizza plug-in”
  6. Fai clic sul link “Ottieni codice di accesso”
  7. In una nuova finestra, seleziona il tuo account Google Analytics e consenti l’accesso al plug-in
  8. Copia il codice generato
  9. Torna al plug-in e incolla il codice di accesso

Se l’account Google Analytics è impostato correttamente, dovresti vedere l’elenco dei rapporti disponibili da quell’account (se hai un nuovo account, avrai ovviamente un solo elemento nell’elenco). Successivamente, puoi iniziare a utilizzare il plug-in, modificare le impostazioni e monitorare le modifiche alle statistiche.

Dashboard di Google Analytics in GADWP

Per vedere il primo rapporto visivo, vai alla dashboard di WordPress dove potrai vedere un grafico con le statistiche degli ultimi trenta giorni. Impressionante, non è vero?

NK Google Analytics

PREZZO: gratuito

Uno di questi plugin è l’NK Google Analytics gratuito. Dato che abbiamo già creato un video di istruzioni passo-passo, dai un’occhiata qui sopra e scopri come installare il plug-in e collegarlo al tuo account Google Analytics personale.

Altri plugin

In questo articolo, abbiamo menzionato solo due plugin di WordPress. Solo per darti più opzioni, puoi anche dare un’occhiata ad altre soluzioni popolari come:

2. Aggiungere manualmente il codice

Se tutto ciò che desideri è connettere il servizio al tuo sito, il modo manuale sarà più che sufficiente. Sebbene non sia necessario installare plug-in aggiuntivi, non sarà anche possibile tenere traccia delle statistiche direttamente dal sito. Invece, dovrai sempre andare alle pagine di Google Analytics per iniziare l’analisi.

Ti consigliamo di utilizzare questo metodo solo se sai come gestire il codice e i modelli WordPress. Dal momento che dovrai aggiornare i file, stai rischiando di fare errori e frenare il tuo sito. Inoltre, se non lavori con un tema figlio, puoi perdere il codice non appena aggiorni il tema WordPress attivo.

Metodo n. 1

Il codice di Google Analytics deve essere inserito nel file header.php che viene caricato su ogni pagina del tuo sito. Quindi ha senso modificare il file e incollare il codice nel punto giusto:

  1. Vai a Google Analytics
  2. Clicca su Ammin. -> Informazioni sul monitoraggio -> Codice di monitoraggio
  3. Copia l’intero codice che inizia e termina con etichetta
  4. Vai a Aspetto -> Editor
  5. Trova il file header.php e modificalo
  6. Incolla il codice di monitoraggio subito dopo etichetta
  7. Salvare le modifiche

Codice di monitoraggio di Google Analytics

Metodo n. 2

L’altro metodo consente di aggiungere lo stesso codice all’intestazione del sito Web tramite il file Functions.php:

  1. Vai a Aspetto -> Editor
  2. Modifica il file Functions.php
  3. Copia e incolla il seguente codice:

add_action ('wp_head', 'fsg_googleanalytics');
funzione fsg_googleanalytics () {?>

// Incolla qui il tuo codice di monitoraggio di Google Analytics (quello che inizia e termina con ile

Adblock
detector
map