Saggezza del robot e come Jorn Barger ha inventato il blog

Jorn Barger-post


Jorn Barger e da dove viene il “blog”

I blog sono ovunque. Oggigiorno, ogni azienda, ovunque, ha un blog, alcuni funzionano su piattaforme gratuite come Blogger e WordPress, ma la maggior parte dei blog sono creati su piattaforme self-hosted di cui sei responsabile. Ci sono blog su famiglia, salute, scrittura, musica, notizie, un milione di altre cose e, sì, blog su blog.

Ma doveva iniziare da qualche parte, giusto? Certo, le persone scrivono cose su Internet dal primo giorno, ma chi ha deciso di iniziare a scrivere le cose in un formato weblog? Del resto, chi ha deciso che dovrebbe essere chiamato un “weblog”?

Letture consigliate: cos’è un blog?

Bene, in quella che non è esattamente la più grande sorpresa nella storia, è stato un uomo intelligente, un po ‘disadattato, un po’ pazzo, con una barba davvero magnifica.

Jorn Barger Pic

Chi è Jorn Barger?

Jorn Barger era, in sostanza, uno dei secchioni di computer originali. Nato in Ohio, a dir poco senza barba, nel 1953, era un giovane intelligente. Jorn incontrò per la prima volta e si innamorò dei computer nel 1964. La maggior parte delle persone oggi probabilmente non lo riconoscerebbe nemmeno Minivac 601 come un computer, come ha fatto Jorn Barger di undici anni. Più di questo, ha visto il potenziale in esso.

Jorn ha studiato matematica e scienze al liceo, poi è saltato da un college all’altro, all’università, ma in realtà non ha mai ottenuto una laurea. Poi ha abbandonato la carriera nei computer, per passare un po ‘di tempo a scoprire se stesso La Fattoria, un famoso comune hippy nel Tennessee e in altri luoghi, per diversi anni.

Riemerse negli anni ’80 come programmatore, scrivendo software per la maggior parte del decennio, prima di seguire il suo più profondo interesse nel 1989 e di assumere un lavoro presso la Northwestern University come ricercatore di intelligenza artificiale.

Questo po ‘conta, perché si adatta all’ossessione personale di Jorn con l’idea di analizzare il comportamento umano attraverso la simulazione al computer o, come lo chiamava, “Robot Wisdom”.

Gli anni di Usenet

C’era una volta, nel 1980, prima dell’arrivo di Google, prima di AOL, prima che qualcuno avesse persino pensato di chiamarlo Internet prima che ci fossero cose come dot com, e una telefonata significava disconnessione, c’era Usenet. Le persone che hanno usato 4Chan, Reddit o qualsiasi forum di Internet bare-bone lo troverebbero familiare se non un po ‘complicato e arcano. Usenet era (ed è tuttora) solo un posto dove le persone potevano andare a parlare tra loro, e a Jorn Barger, dal 1989 in poi, era a casa. Tutto inizia da qualche parte, Internet come comunità è iniziata con Usenet.

Jorn ci provò con un livello quasi ossessivo di gusto. Qui era un luogo creato allo scopo di creare comunità, accessibile solo ad altre persone esperte di tecnologia. Chiamare i suoi scritti lì prolifici lo avrebbe venduto a breve. A Jorn sono stati attribuiti oltre diecimila post. Ha contribuito a scrivere alcune delle prime FAQ su cose come l’arte ASCII, ed è stato attivo in forum su argomenti diversi come AI, cantante Kate Bush, e scrittore James Joyce. Era ben noto e, a quanto pare, benvoluto per i suoi primi anni nella comunità. Tuttavia, col passare del tempo, Jorn iniziò a provare attrito personale sia sul lavoro che su Usenet. Alla fine del 1992, tutto ebbe un grande successo, e si ritrovò non più impiegato dalla Northwestern e coinvolto in conflitti nei suoi vecchi forum su Usenet, in particolare il forum dei fan di Kate Bush.

Incolpa tutti gli altri per essersi rivoltati contro di lui, l’innocente vittima. Non si può dire se sia vero, ma è facile capire, dai suoi scritti, come si è trovato il cattivo in tutto questo. C’è una sorta di innocente mancanza di autocoscienza in tutto questo, specialmente considerando che ha trascorso la parte migliore degli anni ’70 lavorando per diventare autocosciente.

In ogni caso, ha trovato un nuovo posto, ed è stato qui che è salito ai suoi massimi livelli, e ha dato il suo account di questi disaccordi passati. Tornando alle sue radici filosofiche, ha chiamato il posto Saggezza del robot.

Blog sulla nascita della saggezza del robot

Il concetto era semplice, ma innovativo. Jorn ha creato una pagina collegata ad altri post e pagine, alcuni su Saggezza del robot, altrove. Ogni volta che pubblicava qualcosa di nuovo, appariva nella parte superiore della pagina e tutto il resto si spostava un po ‘verso il basso. Scorrendo verso il basso, sei tornato indietro nel tempo.

Era qui che Jorn aveva deciso di creare uno spazio tutto suo e di spiegare i suoi interessi a un mondo più vasto che sperava potesse capirli e accoglierli. E lo hanno fatto, per un po ‘. Ha iniziato a pubblicare post nel 1995 e ha continuato a pubblicare post per un intero decennio. Durante quel periodo, Saggezza del robot ha cambiato il modo in cui il mondo comunicava.

L’intero processo di raccolta di cose interessanti da tutto il mondo e la loro scrittura su Internet era una nuova idea, e quindi aveva bisogno di un nuovo nome. Jorn ha deciso di chiamarlo “registrazione del web”, il che ha reso Saggezza del robot, ovviamente, il primo weblog. Così è diventato Blog di saggezza del robot, e la blogosfera è nata il 17 dicembre 1997.

Saggezza del robot ha continuato a beneficiare dei diversi interessi di Jorn e della sua natura prolifica. È stato aggiornato una o più volte al giorno e praticamente non c’era nessuno che non riuscisse a trovare da qualche parte i propri interessi e la sovrapposizione di Jorn, e così Blog di saggezza del robot è cresciuto. Fedele alla forma, ha anche avuto modo di lavorare sul primo FAQ sui blog, rilasciato nel 1999.

Le FAQ meritano una lettura perché contengono davvero gli elementi del blog moderno. Jorn Barger, dopo aver nominato il blog, ora lo aveva definito. In esso, dice, tra le altre cose, “Se pensi a un nome migliore di” weblog “, inizia a usarlo e vedi se riesce a prendere piede. È tutto darwiniano. “

Qualunque cosa abbia portato le persone sul suo sito, ha funzionato. Saggezza del robot divenne estremamente popolare e Jorn si ritrovò in una sorta di prima icona web, un pioniere di questa nuova idea. Ha raccolto collegamenti a contenuti interessanti. Qualsiasi cosa – tutto! – era un gioco leale, purché fosse interessante. Jorn Barger si è trovato influente, parte di un piccolo gruppo di trend setter di Internet. È stato in questa veste che ha lasciato il segno nella storia dei blog. Ogni giorno ha raccolto i migliori contenuti che ha trovato e li ha pubblicati nella parte superiore del feed.

La parte più importante di Saggezza del robot era quella struttura. Tale struttura feed-by-date è al centro di WordPress, Blogger, Facebook e Twitter; è stato davvero come ha iniziato Myspace. In qualche modo, quest’uomo che ha avuto problemi a inserirsi ha intarsiato la pietra angolare di quello che sarebbe diventato social media. Certo, in realtà era solo un diario, ma era disponibile per chiunque avesse una connessione a Internet. Jorn poteva parlare dell’intelligenza artificiale, della sua infanzia un po ‘difficile, Kate Bush, o del collegamento a un articolo di notizie, tutto in un posto, tutto in un giorno. Non c’era bisogno di adattarsi, perché era il suo posto e il suo solo. Chiunque potrebbe farlo, e molte persone lo hanno fatto. Più ogni anno.

Jorn Barger l’ha aiutato insieme al suo innegabile ed accattivante entusiasmo per una pletora di argomenti, ma c’è angoscia in molti dei suoi post personali su Saggezza del robot. È chiaro che Jorn Barger vede – ha sempre visto – se stesso come un estraneo, un “oddball” auto-descritto. Un uomo strano che sapeva di essere strano, ma mai del tutto come o perché. E forse era quello che la gente vedeva in lui perché ci sono pochi fili che si snodano attraverso l’esperienza umana così comune come la sensazione che non siamo completamente compresi da tutti gli altri. Come sempre, però, furono piantati i semi del suo esodo.

Se Jorn aveva ragione e la sopravvivenza del più adatto è la regola, allora il “blog” era sicuramente il più adatto. Da allora il blog si è evoluto, diviso e generato innumerevoli prole. Saggezza del robot, tuttavia, non era del tutto adatto all’ambiente della comunità Internet sempre più mainstream.

La morte della saggezza dei robot

È un dato di fatto che se dici abbastanza, dirai qualcosa per far arrabbiare le persone. L’inizio del lungo scivolo dalla gloria per Saggezza del robot è arrivato solo un paio di mesi dopo che Barger ha pubblicato le prime FAQ sui blog, nel dicembre dello stesso anno, quando ha pubblicato un passaggio da Israel Shahak al suo blog. Mentre Shahak è alquanto controverso, questo probabilmente non sarebbe stato un grosso problema, tranne Barger, ostinatamente fedele alla forma, o forse fedele alla forma testarda, ha insistito, da quel momento in poi, pubblicando dichiarazioni nel suo header del sito come “Il giudaismo è razzismo incompatibile con la democrazia “che ha alienato molti lettori. Presto lo accorciò al testo dello stendardo, “Il giudaismo è razzismo”, tra parentesi preservato com’era, tra l’altro.

Ovviamente non è morto tutto in una volta. La saggezza del robot si esaurì come una batteria che perde, sfarfallando e spegnendo alcune volte fino a quando Barger non può più permettersi di eseguirla, e si spegne per sempre. Oggi, tracciare il percorso di Barger su Internet è un’avventura attraverso boschetti di collegamenti interrotti e domini scaduti.

Saggezza del robot è ora accessibile solo tramite Archivi Internet di Wayback Machine.

Dov’è Jorn Barger?

Jorn Barger, da allora, è rimbalzato e è scomparso diverse volte, sia fisicamente che su Internet. In entrambi i casi, alla fine è riemerso in un posto diverso. Era acceso blogspot per un po ‘, poi è stato acceso cinguettio per alcuni anni, ma si è arrabbiato perché la gente ha scremato il suo feed invece di leggerlo in profondità, e se ne è andato in un battibecco, per non tornare mai più. È stato presumibilmente a Chicago per un po ‘, poi si è trasferito a Socorro, nel New Mexico, una piccola città che ospita il New Mexico Institute of Technology.

Sta ancora rispondendo alle domande su Quora, o almeno su qualcuno usando la sua persona è.

eredità

Quindi, Jorn lascia una strana eredità. Ha contribuito a creare la blogosfera, l’ha nominata e ha definito ciò che sarebbe diventata. La stessa intensità che lo ha spinto a rimanere all’avanguardia della tecnologia e realizzare così tanto mentre è lì, lo ha continuamente tagliato. È un uomo che cerca comunità e, quando non le trova, costruisce comunità, per poi essere costretto da loro. Indipendentemente dalle sue sfide personali, ha dato enormi contributi a Internet. È stato riconosciuto da CNET Builder.com (ora defunto) nel primissimo Web Innovator Awards (ora defunto) per la sua influenza. Sebbene la sua fama sia svanita nell’oscurità, i sentieri che ha attraversato il deserto sono diventati alcuni dei percorsi più trafficati sulla superstrada dell’informazione.

Naturalmente, i blog sarebbero avvenuti con o senza Jorn Barger e Saggezza del robot—Non sarebbe stato solo un blog.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map